Articoli sull’OZONOTERAPIA

L’ozono (O3) è la forma triatomica dell’ossigeno (O2).

In natura l’ozono si forma, sia mediante i raggi ultravioletti, sia mediante il lampo, che riesce a dare l’energia necessaria affinché 3 molecole di ossigeno diventino 2 molecole di ozono:

3O2 + ~ = 2O3

Per uso medicale viene prodotto estemporaneamente al momento dell’uso da appositi macchinari

L’O3 è un gas molto instabile e reattivo e deve essere usato immediatamente dopo il prelievo.

Si deve sempre evitare di disperdere O3 nell’ambiente di lavoro perché è un gas irritante, dall’odore pungente e caratteristico.

Il nostro olfatto avverte subito tracce di O3 anche quando la concentrazione del gas è inferiore alla dose permessa, cioè di 0,2 mg/m3 di aria per un periodo lavorativo di 8 ore.

Ciò per precisare che piccole fughe di O3 non sono preoccupanti (ma sempre da evitare) perché l’olfatto già rileva concentrazioni di 0,02 mg/m3 , che sono ben al di sotto della concentrazione tossica di 0,3 mg/m3 come stabilito dalla CEE:

È quindi dannoso respirare ozono al di sopra di precise concentrazioni, ma è molto utile alla salute per tutte le applicazioni descritte.
com.compuserve-5

La molecola di Ozono, Prodotta per la prima volta da De la Rive (1845). Essa si comporta come un versatile pacchetto di energia che produce molti effetti.

Fonte: http://www.ozonoterapia.com/ozono.html

Webdesigner - Siti Roma - Posizionamento siti web Roma